Gil Karlos Ferri, storico italo-brasiliano con origini veneta, sta innovando la ricerca scientifica sulla vitivinicoltura a livello internazionale. Attraverso il suo progetto di dottorato presso l’Università Federale di Santa Catarina (UFSC), nel Sud del Brasile, Ferri e i suoi supervisori Proff. Dr. Eunice Sueli e Dr. Rubens Nodari, cercano di comprendere la traiettoria della vitivinicoltura dal punto di vista delle Risorse Genetiche Vegetali e della Storia Ambientale Globale.
Il rapporto dello storico Gil Karlos Ferri con il vino risale alle sue origini. Sebbene la produzione vinicola artigianale sia presente nel suo lignaggio paterno bergamasca (famiglia Ferri), la passione per la viticoltura è dovuta principalmente alle sue origini veneta dal lato materno, che discende delle famiglie De Bona Sartor, da Belluno e Maccari, da Treviso.
Sulle colline del Prosecco Superiore DOCG Conegliano-Valdobbiadene, in provincia di Treviso, la famiglia Maccari coltiva da secoli i propri vigneti. Per curiosità, vale la pena ricordare che ancora oggi una delle proprietà agricole della famiglia si trova in un punto privilegiato per la storia della viticoltura italiana: ai margini dell’antica strada romana Postumia, accanto alla Chiesa del Tempio fondata dai Cavalieri Templari nel 1190. Per i suoi paesaggio unico di colline e vigneti, a luglio 2019 l’ONU ha riconosciuto questo territorio come Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
 
In Brasile, ancora nella sua fase iniziale, la ricerca di Ferri e della coppia di insegnanti-ricercatori Nodari cerca di studiare la traiettoria della vitivinicoltura sull’Altopiano di Santa Catarina. Negli ultimi decenni, la crescita della produzione e del consumo di uva e vini ha dato particolare importanza al settore vitivinicolo mondiale. Tenendo conto di ciò, la ricerca intende comprendere i processi storici di interazione tra gruppi umani, spazi geografici e specie vitivinicole nell’Altopiano di Santa Catarina. Secondo Ferri, “essendo un terroir molto recente nel mondo del vino, l’altopiano di Santa Catarina deve (ri) conoscere il suo passato di occupazione e usi del territorio, al fine di comprendere l’importanza attuale e futura delle sue risorse naturali e intravedere sostenibilità in questi spazi”.
 
La ricerca in corso cerca anche informazioni pertinenti sulla produzione di uva e vino in diverse regioni del globo, in particolare nelle aree di colonizzazione italiana/veneta. Se sei disposto a collaborare o scambiare idee, contatta il ricercatore Gil Karlos Ferri tramite i social network o via e-mail: gilferri@hotmail.com. Salute!
 
Facebook: facebook.com/gilkarlos.ferri
Instagram: instagram.com/ferrinhoferri
Twitter: twitter.com/ferrinhoferri
LinkedIn: linkedin.com/in/gil-karlos-ferri/

Categorie: News

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.